Visitare la Torre di Pisa da Firenze

Dopo aver visitato tutte le principali attrazioni di Firenze, andare a visitare la Torre di Pisa è senz’altro un’ottima idea se vi rimane del tempo e volete dedicarlo a una gita nei dintorni dello splendido capoluogo della Toscana.
E’ una meta da mettere in conto se state organizzando di visitare Firenze in 3 giorni o più.

Da Firenze a Pisa, impiegherete circa un’ora o un’ora e 30 minuti, a seconda del mezzo di trasporto che utilizzerete.

pisa: Get Your Guide

Raggiungere la Torre di Pisa

In treno

Il modo migliore è prendere il treno partendo dalla stazione di Santa Maria Novella. Potete prendere uno dei numerosi treni diretti regionali che partono più o meno ogni 3 ore. Arriverete a Pisa in circa un’ora di viaggio.
Scegliete di scendere alla Stazione Centrale, che si trova a circa 1.5 km dal centro. Di lì potrete arrivare ad ammirare la splendida Torre di Pisa a piedi o con i mezzi pubblici.
Consultate gli orari e i treni sul sito ufficiale di Trenitalia

In auto

Potrete raggiungere Pisa con la Macchina prendendo la Strada Grandi Comunicazioni (SGC) Firenze – Pisa – Livorno (FI-PI-LI), una delle più importanti arterie del sistema stradale della Toscana. Non avrete problemi a trovare l’uscita perchè e ben segnalata. Anche le indicazioni per raggiungere la torre sono buone. Giungerete a destinazione in circa un’ora e mezza.

In autobus

Se volete utilizzare l’autobus potete procurarvi i biglietti al chiosco della stazione di Santa Maria Novella e viaggiare con la linea LAM Rossa. Troverete la fermata davanti al bar Jolly Caffè. Una volta arrivati scendete alla fermata Torre.  Di fronte a questa c’è la fermata dove dovrete prendere il bus per ritornare alla stazione di Pisa Centrale.

La TORRE DI PISA

Per quante immagini abbiate visto sui libri, sulle cartoline, nelle fotografie, niente può prepararvi alla visione dal vero della torre pendente più famosa: 56 metri di altezza, 8 piani, campane, 293 scalini e un’inclinazione di 4 gradi.
La pendenza è dovuta a un cedimento del terreno sottostante verificatosi già nelle prime fasi della costruzione.
Il campanile iniziò  subito ad avere dei problemi. Si riuscirono infatti a portare a termine solo due piani. A metà del terzo la torre iniziò a pendere sul lato meridionale continuando a inclinarsi un millimetro all’anno.
Pare che Galileo Galilei abbia approfittato dell’inclinazione per condurre una serie di esperimenti sulla caduta libera dei gravi salendo in cima al monumento.

Dopo il fallimento di diverse soluzioni studiate per porre rimedio al problema, nel 1990 la torre venne chiusa al pubblico in attesa di trovare una soluzione che evitasse la caduta al suolo.
La soluzione venne trovata da un gruppo di scienziato che hanno rallentato lìinclinazione riuscendo a raddrizzare la torre di 43.8 cm e restituendo la pendenza che aveva 300 anni fa.
La Torre di Pisa è stata riaperta nel dicembre 2001.

Hai trovato utile questo articolo? Dagli un voto:
[Totale: 1 Media: 5]