L’Oltrarno

Chiamata dai fiorentini “Diladdarno”, la zona dell’Oltrarno si trova sulla riva sinistra del fiume. E’ parte integrante del centro storico e racchiude al suo interno i quartieri di San Niccolò, San Frediano e Santo Spirito. Meno monumentale dell’altra sponda, si trova appena fuori dai tradizionali itinerari turistici, ma proprio per questo è la parte più autentica di Firenze, quella dove si può respirare il vero spirito fiorentino

Gli hotel in questa zona

Il modo migliore per conoscere l’Oltrarno è attraversarlo a piedi scoprendo le sue numerose botteghe artigiane, i mercatini, le trattorie tipiche, le chiese e i giardini.

Sia che siate amanti della cultura, sia che vi piaccia girare per mercatini, o ancora, amiate il verde, in Oltrarno troverete tutto quello che fa per voi.
Qui si trovano infatti la splendida Cappella Brancacci nella chiesa di Santa Maria del Carmine con gli affreschi del Masaccio, la chiesa di San Frediano in Castello, la chiesa di Santa Felicita e la Basilica di Santo Spirito. Sono inoltre situati in questa zona Palazzo Pitti e i Giardini di Boboli.

Qui di seguito vi riportiamo un breve itinerario che vi condurrà attraverso questa zona che non può mancare se volete tornare a casa potendo dire di aver conosciuto davvero Firenze.
Potete tranquillamente inserirlo nella pianificazione del vostro viaggio per visitare Firenze in 3 giorni, in 2 giorni o in 1 giorno.

PRIMA TAPPA

La prima tappa dell’itinerario vi porterà da piazza Santa Trinità al Ponte alla Carraia.
Partite dalla riva destra del fiume al termine di Via dei Tornabuoni, dove troverete la piazza Santa Trinità. Da li arrivate fino al lungarno Corsini e percorretelo fino a giungere al ponte alla Carraia

SECONDA TAPPA

La seconda tappa copre il percorso che dal Ponte alla Carraia arriva a San Frediano.
Una volta che avete attraversato il ponte arriverete davanti alla Gelateria la Carraia, dove se volete potete fermarvi per una pausa o per comprare un gelato da gustare durante la vostra passeggiata. I gusti sono buoni e i prezzi onesti. La gelateria è molto rinomata, potete trovare quindi coda.
Dando le spalle al ponte girate poi a destra e passeggiate lungo Borgo San Frediano arrivando fino alla porta San Frediano.
In questo percorso troverete botteghe di artigiani, trattorie, negozi di alimentari, panifici.

TERZA TAPPA

Quest’ultima tappa vi porterà da Porta San Frediano fino a Piazza Santo Spirito.
una volta arrivati a Porta San Frediano tornate indietro ripercorrendo Borgo San Frediano finchè non arrivate all’incrocio con Via del Leone. Girate a destra e poi imboccate la prima a sinistra fino a raggiungere la chiesa del Carmine (con all’interno  la cappella Brancacci). Andate avanti su via sant’Agostino e proseguite fino a raggiungere Piazza Santo spirito su cui si affacciano molti locali dove fare una sosta.

Dalla piazza, costeggiate la Basilica di Santo Spirito, andate avanti e arriverete davanti a Palazzo Pitti e alla piazza antistante punto da cui potete tornare alla riva destra dell’Arno passando sul Ponte Vecchio.

Hai trovato utile questo articolo? Dagli un voto:
[Totale: 2 Media: 1]