musei

Cosa vedere a Firenze in 2 giorni – I musei

Cosa vedere a Firenze in 2 giorni è sicuramente una delle prime domande che vi porrete pianificando il vostro viaggio nel meraviglioso capoluogo della Toscana.
La città ha moltissime attrazioni da visitare, ma sicuramente alcune di esse sono davvero un must. Tra queste i musei.
Come tornare a casa senza aver ammirato gli strepitosi Uffizi o la Galleria Dell’Accademia?

Qui di seguito vi forniamo un piccolo elenco in modo che possiate dedicare la vostra attenzione a quelli che maggiormente fanno al caso vostro.
Ecco quindi i musei che potete visitare a Firenze in 2 giorni.

Cosa vedere a Firenze in due giorni: Gli Uffizi

GLI UFFIZI

Nel vostro elenco di cosa vedere a Firenze in 2 giorni non può assolutamente mancare una tappa agli Uffizi, conosciuti e apprezzati in tutto il mondo. Costituiscono il più antico museo d’Europa e ospitano la collezione privata della famiglia de’ Medici, lasciata in eredità a Firenze nel 1737 dall’ultima erede, Anna Maria Ludovica, a condizione che non lasciasse mai la città. La visita a questa Galleria vi lascerà “storditi” dalla quantità di capolavori d’arte presenti. Potrete infatti ammirare opere  di Leonardo, Michelangelo, Botticelli, Paolo Uccello e Piero della Francesca, solo per citarne qualcuno. Programmate di dedicare alla visita almeno due ore.

Visitare Firenze in 2 giorni - La Galleria dell''AccademiaGALLERIA DELL’ACCADEMIA

E’ qui che dovete andare se volete ammirare l’originale del David (1502-1504), lo straordinario capolavoro di Michelangelo, simbolo di Firenze nel mondo, ricavato da un enorme blocco di marmo del peso di 19 tonnellate. La precisione dei dettagli (le braccia nerborute, le vene, i muscoli che sembrano fremere sotto la pelle) vi lasceranno a bocca aperta. Di Michelangelo potrete ammirare anche le statue incompiute dei Prigioni, eseguite per la tomba di Giulio II e la statua di San Matteo, anch’essa incompiuta.
Oltre il David la Galleria dell’Accademia ospita opere del Botticelli, di Taddeo Gaddi e una bella serie di icone russe.

Come per gli Uffizi, anche qui le code sono lunghe. Se volete risparmiare tempo vi consigliamo di procurarvi il biglietto on line che vi consentirà di saltare la fila alla biglietteria.

Il museo del Bargello, tra le attrazioni imperdibili di FirenzeMUSEO DEL BARGELLO 

Rappresenta la più ricca e completa collezione di scultura toscana rinascimentale d’Italia, una tappa assolutamente obbligata per chi visita la città e quindi sicuramente da prendere in considerazione quando compilate la lista di cosa vedere a Firenze in 2 giorni.
Si trova nel maestoso edificio del Palazzo del Bargello, situato di fronte alla Badia.

Tra le opere più belle potrete ammirare le opere di Michelangelo  il Bacco ebbro, il busto del Bruto e il tondo della Madonna col bambino, il Ganimede e il Narciso di Benvenuto Cellini e il Mercurio alato del Gianbologna. Potrete inoltre lasciarvi affascinare dal famoso San Giorgio di Donatello, l’Ercole e Anteo di Antonio Pollaiolo e il Ganimede sull’aquila di Benvenuto Cellini.

IL MUSEO DI LEONARDO DA VINCI

Questo museo è perfetto se state visitando Firenze con bambini, ma entusiasmerà anche voi grandi!
Il museo ospita infatti  le ricostruzioni di alcune delle più interessanti macchine (da guerra, di ingegneria civile, del volo) progettate dal grande Leonardo, molte di esse a grandezza naturale e tutte funzionanti perfettamente. E’ possibile anche provare ad utilizzarne qualcuna.
Il percorso di visita è adatto anche se avete bambini in passeggino.
Il museo è situato a pochi passi dal Duomo.

Firenze in un giorno – Musei da non perdere

Siete amanti dell’arte ma indecisi su quali musei visitare potendo solo soggiornare a Firenze in un giorno? Vi veniamo in soccorso noi con la nostra piccola lista dei principali musei della città che sono assolutamente da non perdere.

Visto il poco tempo a disposizione vi suggeriamo di acquistare i biglietti on line in modo da saltare le lunghe file all’ingresso e iniziare subito a visitare.

Visitare gli Uffizi a Firenze

1. UFFIZI

Naturalmente non potevamo non iniziare la nostra lista con la Galleria degli Uffizi, museo di Firenze per eccellenza che ci rappresenta in tutto il mondo.
Progettato e costruito dal Vasari nella seconda metà del XVI secolo per Cosimo I de’ Medici, si trova s sud di Palazzo Vecchio.
La Galleria ospita la più completa raccolta esistente di pittura fiorentina e toscana (soprattutto quella dal Duecento al Cinquecento). Vi consigliamo di iniziare la vostra visita al mattino presto appena apre, all’ora di pranzo o nel tardo pomeriggio. Eviterete la folla e riuscirete a godervi  di più le incredibili opere d’arte esposte.

Orari:
Da martedì a domenica: 8.15-18.50
Dal 1 giugno al 30 settembre il martedì e il mercoledì aperti fino alle 22.00.
Chiusi tutti i lunedì, 1° Gennaio, 1° maggio, 25 dicembre
Dove si trovano:
Piazzale degli Uffizi, 6
Attrazioni nelle vicinanze:
Piazza della Signoria, Ponte Vecchio, Fontana del Porcellino, Museo del Bargello, Palazzo Vecchio

Visitare Firenze in un giorno: l'imperdibile David

2. GALLERIA DELL’ACCADEMIA

Per gli amanti dell’arte questo museo è una tappa obbligata se non altro perchè ospita l’originale di uno dei più grandi  ( e più celebri) capolavori del rinascimento, il gigantesco David di Michelangelo: ricavato da un enorme blocco di marmo del peso di 19 tonnellate è un’opera incredibile. Rimarrete senza fiato davanti alla sua possenza e alla dovizia di particolari anatomici.
La Galleria dell’Accademia è sicuramente una tappa da non perdere nel vostro viaggio a Firenze in un giorno.

Orari:
Dal martedi alla domenica dalle 8.15 alle 18.50
Chiusura: tutti i lunedì, 1° gennaio, 25 dicembre
Dove si trova:
Via Ricasoli, 58/60
Attrazioni nelle vicinanze:
Duomo Battistero di San Giovanni, Museo Leonardo da Vinci.

Il museo del Bargello, tra le attrazioni principali di Firenze

3. MUSEO DEL BARGELLO

E’ ospitato nel Palazzo del Bargello, maestosa costruzione iniziata nel 1254. In origine era la residenza del primo magistrato della città, poi venne trasformato nella sede del capitano della giustizia o bargello.
Qui potrete trovare la più ricca e completa collezione di scultura rinascimentale d’italia.

Orari:
Tutti i giorni: 8.15 – 17.00
La biglietteria chiude alle 16.20
Dove si trova:
Via del Proconsolo, 4
Attrazioni nelle vicinanze:
Piazza della Signoria, Fontana del Porcellino, Duomo

Galleria dell’Accademia

La Galleria dell’Accademia è senza dubbio uno dei musei di Firenze che non dovete tralasciare se state programmando il vostro itinerario per visitare Firenze in 3 giorni. Non dovete infatti lasciarvi scappare l’occasione di ammirare da vicino l’originale dello strepitoso David di Michelangelo (una copia la trovate in piazza della Signoria).

Ma a parte il David il museo ospita moltissime altre opere d’arte degne di essere viste. La coda all’ingresso è sempre notevole, perciò vi consigliamo, se volete risparmiare tempo da dedicare alla visita, di procurarvi il biglietto on line.

La Galleria dell’Accademia si trova al civico 60 di via Bettino Ricasoli e ospita un nucleo importantissimo di sculture di Michelangelo e un insieme di dipinti fiorentini dei secoli XIV-XVI.
Venne creata dal granduca Pietro Leopoldo nel 1784 con la volontà di offrire agli studenti della vicina Accademia delle Belle arti degli esempi illustri con cui cimentarsi. Vennero perciò scelte solo opere fiorentine considerate dei capolavori.

Si inizia la visita dalla Sala del Colosso al cui centro potrete trovare una copia in gesso del Ratto delle Sabine del Gianbologna. I dipinti appesi alle pareti offrono un esempio della pittura fiorentina del Cinquecento (ci sono opere del Perugino e di Filippino Lippi).

Dalla Sala del Colosso si passa poi alla Galleria dei Prigioni al fondo della quale si apre la tribuna neoclassica del David. La statua gigantesca (4,10 metri di altezza) fu scolpita tra il 1502 e il 1504 e rappresenta i trionfo dell’intelligenza sulla forza bruta ed era collocata davanti a Palazzo della Signoria come simbolo della difesa della libertà di Firenze. Venne scolpita da Michelangelo a soli 27 anni.

Sulle pareti sono esposti numerosi arazzi cinquecenteschi provenienti dalla manifattura di Bruxelles.
Lungo la galleria sono esposti invece quattro enormi sculture, chiamate Prigioni, destinate alla mausoleo mausoleo di papa Giulio II, ma che Michelangelo non terminò.

Nelle Sale Fiorentine si trovano invece alcune opere singolari o di non sicura attribuzione di grandi maestri e tutta una serie di pittori minori del Quattrocento.

Nelle Sale bizantine invece sono esposte opere realizzate dalla seconda metà del Duecento e nel Trecento. Si chiamano così perchè ospitano opere di pittura pregiottesca qualificata come bizantina.

Nella Gipsoteca Bartolini, aperta nel 1985, sono esposti i gessi originali di Lorenzo Bartolini, uno dei maggiori scultori dell’Ottocento, conosciuto soprattutto per i suoi ritratti di personaggi famosi.

Al primo piano infine, quattro sale ospitano  un’esposizione ricca  di pitture Del Trecento e Quattrocento fiorentino, in particolare quelle di Lorenzo Monaco dall’esordio alla maturità.

Orari:
Dal martedi alla domenica dalle 8.15 alle 18.50
Chiusura: tutti i lunedì, 1° gennaio, 25 dicembre

Indirizzo:
Via Ricasoli, 58/60