cosa fare a Firenze

2 giorni a Firenze. Top five delle esperienze da non perdere

Lo splendido capoluogo della Toscana ha infiniti tesori da scoprire tra attrazioni, monumenti, musei….e se avete in programma di passare 2 giorni a Firenze, decidere cosa fare può essere una scelta ardua!
Ma niente paura, qualche consiglio ve lo diamo noi! Abbiamo scelto per voi alcune esperienze da non perdere che renderanno la vostra vacanza indimenticabile.

Eccovi quindi l’elenco delle 5 cose da fare durante la vostra vacanza di 2 giorni a Firenze.

1. VISITARE GLI UFFIZI

Passare 2 giorni a Firenze- gli imperdibili Uffizi

Non si può andare via dalla città d’arte per antonomasia senza una visita alla Galleria degli Uffizi, famosi in tutto il mondo. Situati a sud di Palazzo Vecchio, sono considerati il più antico museo d’Europa ed ospita una delle più grandi raccolte della pittura italiana al mondo. Raffaello, Giotto Botticelli, Paolo Uccello sono solo alcuni degli artisti di cui si possono ammirare le strepitose opere.
Le code alla biglietterie sono infinite. Per questo vi consigliamo di procurarvi il biglietto on line che vi darà diritto all’ingresso prioritario facendovi saltare la coda.

Firenze - Ponte Vecchio al tramonto

2. GODERSI IL TRAMONTO DA PONTE VECCHIO

Durante il giorno Ponte Vecchio è sempre affollatissimo di turisti, ma verso il tramonto, quando il ponte si svuota un po’ e il sole il sole con la sua  luce produce colori straordinari il panorama è davvero suggestivo. Immortalatelo nelle vostre foto per avere un ricordo indelebile!

3. FARE UN GIRO PER LE BOTTEGHE D’OLTRARNO

L’Oltrarno è la parte più autentica di Firenze, quella dove si può respirare il vero spirito fiorentino . Attraversatelo a piedi scoprendo le sue numerose botteghe artigiane, i mercatini, le trattorie tipiche, le chiese e i giardini. Qui si trovano la splendida Cappella Brancacci nella chiesa di Santa Maria del Carmine con gli affreschi del Masaccio, la chiesa di San Frediano in Castello, la chiesa di Santa Felicita e la Basilica di Santo Spirito. Sono inoltre situati in questa zona Palazzo Pitti e i Giardini di Boboli, sicuramente da inserire nella lista di cosa vedere a Firenze.

4. PERDERSI NEI MERCATI DEL CENTRO

I mercati principali sono quelli coperti, ottocenteschi, di San Lorenzo e di Sant’Ambrogio, dove potrete acquistare alimentari o altro e spuntini di specialità fiorentine. Se siete amanti delle cose vecchie andate al mercato delle Pulci in piazza dei Ciompi. Al mercato rionale di Santo Spirito, in settimana, potrete scoprire l’anima più autentica e popolare della città!

Mangiare a Firenze: il panino al lampredotto

5. ASSAGGIARE LA CUCINA FIORENTINA

Non si può andare via da Firenze senza aver assaggiato almeno qualche piatto della cucina fiorentina: il must sarebbe mangiare per strada un panino al lampredotto o la famosa bistecca in uno degli innumerevoli ristoranti. Ma anche gustare la ribollita, la pappa al pomodoro,  i fagioli all’uccelletto sarà una delizia per il vostro palato!

Due cose da fare a Firenze in due giorni

Se programmate di visitare Firenze in due giorni dovete organizzare il vostro soggiorno al meglio, per non perdervi le esperienze migliori. Sicuramente la prima cosa da fare è scegliere quali musei e quali attrazioni principali vedere, ma è anche importante inserire delle tappe nel vostro itinerario che rendano ancora più bella la vostra vacanza.

Qui di seguito vi suggeriamo due cose che potete fare per godervi al meglio Firenze:

Cerca hotel a Firenze

2 giorni a Firenze: la famosa bistecca alla fiorentina

1. MANGIARE UNA FIORENTINA

Piatto della cucina toscana per antonomasia, è assolutamente da assaggiare almeno una volta. Non potete tornare a casa dalla vostra vacanza senza averne gustata una. Se volete il meglio seguite i nostri consigli su dove andare a mangiare la fiorentina più buona.

Fate attenzione: a Firenze la bistecca deve avere caratteristiche ben precise: l’osso a forma di T, il peso di almeno 1,5 kg e la cottura al sangue. Deve essere tagliata nella lombata di vitellone di razza chianina, una razza che fa parte della IGP “Vitellone dell’Italia centrale”.

Firenze dall'alto: vista da piazzale Michelangelo

2. VEDERE FIRENZE DALL’ALTO

Un’altra cosa che potete fare durante il vostro viaggio per visitare Firenze in due giorni è quella di andare a godervi la vista di questa meravigliosa città dall’alto.
L’ideale è recarvi a Piazzale Michelangelo, disegnato nel 1869 dall’architetto fiorentino Giuseppe Poggi, da dove potrete godere di uno dei più bei panorami di Firenze.
E’ il punto migliore da dove fare i vostri scatti, non ve ne pentirete. Raggiungere il piazzale è molto semplice: potete andare in autobus (12 e 13 con partenza da Santa Maria Novella) o in auto, ma il modo migliore è sempre quello di arrivarci a piedi. Ci vuole circa mezz’ora.

Firenze con i bambini – 3 cose da fare in tre giorni

A Firenze con i bambini per 3 giorni: è una città adatta? Cosa si può fare con loro? Si divertiranno?
Sono tutte domande che i genitori si pongono se stanno programmando una vacanza per visitare Firenze in 3 giorni. La risposta e sì, sì e ancora sì!
Il capoluogo della toscana è sicuramente una città a misura di bambino: dai giardini ai percorsi museali per famiglie, dalle biblioteche agli eventi fatti apposta per loro, godersi Firenze non sarà affatto difficile.
Inoltre c’è una cosa fondamentale che gioca in suo favore: tutte le principali attrazioni si trovano nel centro storico, che è chiuso al traffico e facilmente percorribile a piedi. Non dovrete quindi preoccuparvi di fare grandi spostamenti e i bambini vi staranno dietro facilmente.

Tra le mille opportunità che la città offre noi ne abbiamo scelte 3 che sicuramente piaceranno ai vostri pargoli…e anche a voi!

Ecco quindi tre cose da fare a Firenze con i bambini in 3 giorni:

 

A firenze con bambini: salire sulla cupola del Brunelleschi

1. Salire sulla cupola Del Brunelleschi

Vedere Firenze dall’alto salendo sulla cupola di Brunelleschi della Basilica di Santa Maria del Fiore  sarà un’esperienza indimenticabile per i vostri bambini! Per raggiungerla dovranno salire 463 gradini ma verranno sicuramente ripagati dallo splendido panorama.

Vi consigliamo di andarci al mattino quando saranno ancora pieni di energia e più disposti alla fatica. Prenotate i biglietti on line  risparmierete tempo saltando la coda.
N.B. Per visitare la cupola è obbligatoria la prenotazione, che potrete fare presso la biglietteria in Piazza San Giovanni 7/r.

Visitare Firenze in 3 giorni: passeggiare su Ponte Vecchio

2. Passeggiare su Ponte Vecchio

E’ raggiungibile con una breve passeggiata da Palazzo Vecchio e dagli Uffizi.
Simbolo di Firenze, è il primo e più antico ponte di questa bellissima città toscana. I bambini l’adoreranno. Sul ponte ci sono tantissime piccole botteghe orafe, che in periodo medievale erano invece botteghe di macellai e verdurai. Era infatti stato imposto dall’autorità cittadina che i macellai si riunissero sul ponte per preservare la pulizia delle case del centro ed evitare così gli odori e gli scarti delle carni che venivano trasportate dalle strade all’Arno.
A metà del ponte c’è uno spazio che permette di godere di una bella vista sul fiume. Dato che è uno dei luoghi da visitare assolutamente a Firenze, Ponte Vecchio è spesso molto affollato di turisti. Vi suggeriamo perciò di recarvi in orari non di punta, come al mattino sul presto o verso il tramonto, quando il sole si riflette sull’acqua regalando uno spettacolo meraviglioso.

Firenze in 3 giorni: La fontana del porcellino, uno dei simboli della città

3. Strofinare il muso al Porcellino

I vostri bambini si divertiranno ad accarezzare il muso alla statua della Fontana del Porcellino e a mettergli una moneta in bocca per vedere se cadrà oltre la grata , in modo da assicurarsi la fortuna.
Questo simbolo di Firenze è in realtà è un cinghiale e si trova a margine della Loggia del mercato nuovo, in pieno centro, vicino a Ponte Vecchio. 
Venne realizzato da Pietro Tacca su commissione di Cosimo II de’ Medici nel 1633. Fu però Ferdinando II a trasformare il porcellino in una fontana, e spostarlo dove si trova ancora oggi; E’ una copia, poichè l’originale in bronzo è al Museo Bardini.

Shopping a Firenze

Dedicare qualche ora a fare  shopping a Firenze durante la vostra vacanza è d’obbligo. Nel centro storico della città toscana sono presenti tutte le griffe di abbigliamento, pelletteria, gioielleria, tessuti di arredamento più note e diffuse in Italia e nel mondo.

Se siete a visitare Firenze in 3 giorni, in 2 giorni, o qualunque sia la durata del vostro soggiorno, se volete seguite il nostro itinerario attraverso le vie dove troverete negozi che rendono lo shopping a Firenze assolutamente originale. Troverete senz’altro il souvenir che fa per voi!

 

Trova hotel a Firenze

Shopping a Firenze

Il nostro itinerario non può che iniziare da Via de’ Tornabuoni, la più prestigiosa ed elegante strada della città, fiancheggiata da palazzi nobiliari nei quali si aprono le belle vetrine che espongono abbigliamento di grandi firme, gioielli e oggetti di alta qualità.
Anche le vie adiacenti, come via della Vigna Nuova, via de’ Fossi, via del Sole, sono un vero paradiso per lo shopping a Firenze.
Da via de’ Tornabuoni, dopo palazzo Spini-Ferroni,passeggiate lungo borgo Santi Apostoli, fino ad incrociare por Santa Maria.
Da qui, una breve digressione a sinistra, porta al Mercato nuovo del Porcellino, dove potrete trovare paglie fiorentine, ricami a mano, pelletterie, mentre girando a destra raggiungerete Ponte Vecchio, per tradizione regno incontrastato delle botteghe orafe.
Oltrepassato il ponte si apre l’Oltrarno, con Borgo Santo Spirito, Borgo San Frediano che ospitano bei laboratori di oreficeria dove ammirare creazioni eccezionali e dove è possibile scoprire le botteghe famose per il cesello dell’argento. Piazza Pitti, via Maggio (strada famosa per l’antiquariato) e Borgo San Iacopo sono i luoghi più ricchi si sorprese del quartiere di Borgo Santo Spirito, via Bartolini e Borgo San Frediano quelli dell’omonimo quartiere.

I mercati di Firenze

Il mercato di San Lorenzo, il mercato delle pulci, il mercato delle Cascine….andar per mercati è un appuntamento tradizionale per i fiorentini, sia per risparmiare sia per scambiare quattro chiacchiere in una bella atmosfera.

Non fatevi mancare una visita ai mercati popolari di generi alimentari, come il mercato centrale di San Lorenzo per assistere ai feroci e velocissimi scambi di battute nei quali eccelle l’ironico spirito fiorentino!
I mercati di Firenze sono anche frequentati con assiduità anche da turisti italiani e stranieri attratti dall’atmosfera pittoresca e dalla qualità delle mercanzie.

Mercato centrale di San Lorenzo

È un mercato coperto ospitato da una bellissima struttura ottocentesca in ferro e vetro che ricorda le celebri Halles parigine di un tempo. Si trova in Piazza del Mercato Centrale e potete trovare  frutta, verdura, pesce, carni, alimentari.
E’ aperto dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 14.00. Il sabato dalle 7.00 alle 17.00 (escluso da metà giugno a settembre). Chiuso la domenica.

Mercato di San Lorenzo

È un pittoresco mercato all’aperto che ha dimensioni e atmosfera del souk di lusso. È il mercato più noto di Firenze ed è anche quello più frequentato dai turisti che si recano in visita alle vicine Cappelle Medicee, alla chiesa di San Lorenzo e al palazzo Medici Riccardi. Qui potete trovare pelletterie, abbigliamento, souvenir.
E’ chieso la domenica e il lunedì.

Mercato nuovo o del Porcellino

Prende il nome familiare di mercato del Porcellino per la presenza della fontana coronata da una scultura di cinghiale, copia del bronzo di Pietro Tacca di un originale antico in marmo che si trova agli Uffizi.
Un tempo famoso per i suoi articoli in paglia offre un’ampia selezione di tipici articoli di produzione fiorentina: paglie fiorentine, ricami a mano, pelletterie.
Si trova in via Calimala ed è aperto tutti i giorni dalle 8.00 alle 18.30. Chiuso il 25-26/12 e 01/01.

Mercato delle Cascine

Si svolge lungo l’Arno da Ponte della Vittoria all’Indiano ed è più grande ed economico mercato all’aperto di Firenze.
Con un po’ di pazienza si possono fare buoni acquisti tra i vari oggetti buttati alla rinfusa, dal cibo ai vestiti sia nuovi che usati, agli oggetti di uso domestico o quelli di suo quotidiano. L’elenco è lungo: abbigliamento, pelletterie, calzature, frutta verdura, casalinghi. 
Si svolge ogni martedi dalle 8.00 alle 14.00.

Mercato delle pulci

Una delle più caratteristiche piazze popolari fiorentine, piazza dei Ciompi, ospita la ricostruita logge del pesce, che ricorda l’esistenza dell’antico mercato ittico. Mobili e oggetti del passato, stampe, giornali e riviste vecchie, bigiotteria, vecchi mobili e molti articoli curiosi ed insoliti.

Mercato dell’Antiquariato

Si svolge in piaza Santo Spirito ogni seconda domenica del mese. Una cinquantina di espositori presentano mobili e oggetti antichi di un certo livello secondo la migliore tradizione antiquaria toscana.

Un giro per i mercati di Firenze sono un’idea carina anche se siete a visitare Firenze con i bambini. Fare una tappa al mercato del Porcellino, dove potranno accarezzare il muso alla famosa statua di bronzo porta fortuna li divertirà un sacco!