homepage

Visitare Firenze in 1 giorno – L’itinerario e i nostri consigli

Se avete la possibilità solo di visitare Firenze in un giorno non fatevene un cruccio: sarà sufficiente per farvi un’idea dell’incredibile bellezza e della quantità di opere d’arte che racchiude il capoluogo della Toscana. Fortunatamente per voi tutte le cose da visitare a Firenze si trovano tutte nel centro storico e sono piuttosto vicine  tra di loro. attrazioni, musei, monumenti, palazzi sono infatti tutti raggiungibili facilmente a piedi.
Visitare Firenze in un giorno, visto il poco tempo a disposizione, vi darà la possibilità di ammirare le bellezze della città soprattutto dall’esterno, ma se vi procurerete i biglietti già prima di partire e se organizzerete bene la vostra visita, riuscirete magari anche a fare una visita più approfondita a quello che vi interessa di più.
Noi vi proponiamo il nostro programma di massima, decidete voi a quale attrazione vorrete dedicare più tempo.

Eccovi quindi l’itinerario per visitare Firenze in un giorno

Prima Tappa

Il Duomo di Firenze, tra le cose da vedere se visitate la città in un giorno

La prima tappa dell’itinerario per visitare Firenze in un giorno parte da Piazza Duomo dove rimarrete affascinati dalla magnificenza della Cattedrale di Santa Maria del Fiore con l’immensa Cupola del Brunelleschi, dal Battistero di San Giovanni e dall’elegantissimo Campanile di Giotto, che si trovano rispettivamente davanti e a fianco del duomo. Se Se volete visitare il complesso all’interno , per risparmiare tempo prezioso vi consigliamo di acquistare i biglietti on line, accederete direttamente senza fare la coda.

Seconda tappa

Visitare Firenze in un giorno: l'imperdibile piazza della Signoria

Da piazza Duomo proseguite per via dei Calzaiuoli, la principale strada dello shopping fiorentino e raggiungete Piazza della Signoria, piazza centrale della città e cuore della vita sociale. E’ un po’ un museo a cielo aperto. Qui infatti potrete ammirare la fontana del Nettuno dell’Ammanniti (i fiorentini la chiamano il Biancone), il Perseo con la testa di Medusa del Cellini, la copia del David di Michelangelo e molti altri capolavori. Sulla piazza si affaccia lo splendido Palazzo Vecchio, sede del Parlamento italiano negli anni in cui la città è stata capitale di Italia e ora sede centrale e museo del Comune di Firenze.

Terza Tappa

Galleria Uffizi Museo Biglietti salta la coda

Con una breve passeggiata arrivate alla Galleria degli Uffizi, primo museo d’Europa oggi uno dei più importanti musei italiani. Ospita al suo interno una delle maggiori collezioni di pittura al mondo. Opere di Leonardo, Michelangelo, Botticelli, Paolo Uccello e Piero della Francesca sono solo alcuni dei capolavori qui conservati. Sicuramente, se siete indecisi su cosa vedere a Firenze, visitare la galleria rappresenta un’ottima scelta. Vi consigliamo di acquistare i biglietti on line per saltare la cosa e risparmiare tempo.

Quarta tappa

Il Ponte Vecchio, una delle attrazioni principali di Firenze

Fermatevi per pranzo e riprendete il vostro itinerario per visitare Firenze in un giorno attraversando Ponte Vecchio, una delle attrazioni di Firenze più gettonate e quindi sempre affollata di turisti. In epoca medioevale, su questo ponte c’erano botteghe di macellai, al cui posto si trovano ora negozi di orefici e gioiellieri. Sopra le botteghe e le arcate corre il Corridoio Vasariano, il passaggio privato dei medici che congiungeva Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti.

Quinta tappa

Palazzo Pitti, tappa immancabile degli itinerari per visitare Firenze

Una volta attraversato il ponte giungere nel quartiere Oltrarno per poi proseguire per Palazzo Pitti.
L’imponente edificio risale al 1440 e fu voluto da Luca Pitti per rivaleggiare con la famiglia Medici da lui odiata. A quel tempo il palazzo costituiva la più grande e imponente residenza privata di Firenze (la facciata infatti misura 200 metri di lunghezza e più di 30 di altezza). Al suo interno oggi ci sono 6 musei: la Galleria Palatina, la Galleria d’Arte Moderna, il Museo degli argenti, che mette in mostra alcune delle migliori opere dell’oreficeria fiorentina, il Museo del Costume, il Museo delle Porcellane e il Museo delle Carrozze, visitabile solo su prenotazione (se decidete di visitare il palazzo all’interno procuratevi il biglietti on line, risparmierete tempo prezioso).
Se si visita Firenze non si può non andare agli splendidi Giardini di Boboli, il primo esempio di giardino all’italiana. Si tratta di un vero e proprio museo all’aperto: si trovano infatti numerosissime opere di scultura di ogni epoca e alcune costruzioni in vario stile, come la fontana del Carciofo, la Grotta del Buontalenti, la fontana di Bacco e l’obelisco egiziano.
I giardini sono sempre affollatissimi quindi consigliamo il biglietto on line.

Sesta  tappa

La Basilica di Santo Spirito, nella lista delle cose da vedere a Firenze

L’ultima tappa dell’itinerario per visitare Firenze in 1 giorno prevede una sosta in piazza Santo Spirito, dominata dalla Basilica di Santo Spirito. Ha una facciata di semplice intonaco color ocra che nasconde una delle più belle chiese rinascimentali della Toscana. Fu realizzata da Filippo Brunelleschi due anni prima di morire.
La chiesa è uno scrigno ricco di opere importanti. Da non perdere il crocifisso ligneo di Michelangelo.
Concludete la serata cenando in uno dei tanti locali della zona.

Orari delle attrazioni

PALAZZO VECCHIO
Da ottobre a marzo – Tutti i giorni escluso il giovedì: 9-19. Giovedì: 9-14
Da aprile a settembre – Tutti i giorni escluso il giovedì: 9-23. Giovedì: 9-14
MEZZANINO-DONAZIONE LOESER – Tutti i giorni escluso il giovedì: 9-19. Giovedì: 9-14
TORRE –  (accesso non consentito ai minori di 6 anni). L’accesso alla Torre è sospeso in caso di pioggia
Da ottobre a marzo – Tutti i giorni escluso il giovedì: 10-17. Giovedì: 10-14
Da aprile a settembre – Tutti i giorni escluso il giovedì: 9-21. Giovedì: 9-14
La biglietteria chiude un’ora prima del museo
25 dicembre: Chiuso Museo, Percorso archeologico e Torre

UFFIZI
Da martedì a domenica 8.15-18.50
Chiusura tutti i lunedì, 1° Gennaio, 1° maggio, 25 dicembre

PALAZZO PITTI – Galleria Palatina, Appartamenti Reali e Galleria d’Arte Moderna
Da martedì a domenica, ore 8,15-18,50. La biglietteria chiude alle 18.05. Le operazioni di chiusura iniziano alle 18.30. Chiusi tutti i lunedì, Capodanno, 1° maggio, Natale

GIARDINO DI BOBOLI
Da lunedì a domenica
novembre, dicembre, gennaio, febbraio  8.15 – 16.30;  marzo 8.15 -17.30  (con ora legale 18.30); aprile, maggio, settembre e ottobre 8.15 – 18.30 (con ora solare 17.30); giugno luglio, agosto 8.05 – 19.30. Gli ingressi sono vietati a partire da un’ora prima della chiusura. I Giardini restano chiusi a Capodanno, Natale e il 1° maggio e il primo e l’ultimo lunedì di ogni mese.

 

Gli hotel nel quartiere San Giovanni

Visitare Firenze in 3 giorni con bambini. Cosa fare, dove andare e cosa vedere

Se pensate che visitare Firenze con bambini sia complicato siete in errore: questa bellissima città della Toscana ha posto da sempre una particolare attenzione ai suoi piccoli turisti: dai giardini ai percorsi museali per famiglie, dalle biblioteche  agli eventi fatti apposta per loro, godersi Firenze non sarà affatto un problema. In più, tutte le principali attrazioni si trovano nel suo centro storico, che è chiuso al traffico e facilmente percorribile a piedi. Non dovrete quindi preoccuparvi di  fare grandi spostamenti e i bambini vi seguiranno con facilità.

Qui di seguito vi proponiamo il nostro itinerario di massima per visitare Firenze con bambini in 3 giorni. Sentitevi liberi di seguirlo qual è o di apportare modifiche in base alle esigenze e alla resistenza di vostri piccoli visitatori.
Con questo itinerario scegliere cosa vedere e cosa fare a Firenzenon sarà difficile.

Primo Giorno

Santa Maria del Fiore a firenze. Biglietti on line per saltare la coda

Cominciate la prima giornata del vostro itinerario per visitare Firenze con bambini in 3 giorni partendo dalla strepitosa Piazza Duomo, che ospita la Cattedrale di Santa Maria del Fiore e il Campanile di Giotto. Scattate subito qualche foto per immortalare questi capolavori dell’arte italiana. Vi consigliamo, per non mettere ko i vostri fanciulli già al primo giorno di visita, di scegliere già in precedenza se salire sul campanile  o sulla Cupola di Brunelleschi (chiusa la domenica), simbolo indiscusso di Firenze. Per arrivare in cima ad entrambi infatti bisognerà salire molti gradini (rispettivamente 413 e 463). Vi suggeriamo inoltre di prenotare i biglietti on line, disponibili per entrambe le attrazioni.
Per visitare la cupola è obbligatoria la prenotazione, che potrete fare presso la biglietteria in Piazza San Giovanni 7/r
Tenete conto che la visita a tutto il complesso vi impegnerà tutta la mattinata.
Conclusa la visita fermatevi per fare pranzo e per riposarvi un po’.

Una volta rifocillati recatevi verso Piazza della Signoria, fulcro della vita sociale della città e sostate qui per un po’ per fare ammirare ai vostri bambini le bellissime statue che l’abbelliscono: la copia del David di Michelangelo (l’originale si trova nella Galleria dell’Accademia. Qui i biglietti on line salta coda), Ettore e Caco del Bandinelli, il Nettuno di Ammannati, la statua equestre di Cosimo I del Giambologna, il Perseo con la Testa di Medusa di Benvenuto Cellini (Si trova nella Loggia dei Lanzi). Per divertirli un po’, se sono abbastanza grandi, potete giocare a fargliele fotografare.

Palazzo Vecchio è da mettere nell'elenco di cosa vedere a Firenze

Entrate poi in Palazzo Vecchio, simbolo del potere civile della città e oggi sede centrale e museo del Comune di Firenze. Il museo è uno dei più dinamici della città e assolutamente adatto a famiglie con bambini.

Per far rilassare i vostri bambini dopo una giornata all’insegna dell’arte, potete portarli, se fa brutto, nella bella biblioteca delle Oblate, dove potranno leggere, giocare o guardare un cartone. Se invece è una bella giornata e non sono troppo stanchi potete arrivare fino ai bellissimi Giardini di Boboli, il primo esempio di giardino all’italiana, che si trova a circa 800 metri da Palazzo della Signoria. Concludete la serata cenando in uno dei locali della zona, a seconda di dove scegliete di andare.

Secondo Giorno

A Firenze con i bambini: biglietti on line per il tour degli Uffizi con bambini

Il secondo giorno del vostro itinerario per visitare Firenze in 3 giorni vi consigliamo di dedicarlo alla visita degli Uffizi, il più antico museo d’Europa che ospita una delle maggiori collezioni di pittura al mondo. Sono infatti racchiusi nel museo capolavori di Botticelli, Leonardo, Raffaello, Mantegna, solo per fare qualche nome. Vi conviene andare al mattino, quando i bambini sono riposati e più ben disposti. Per saltare la coda ed evitare che i vostri pargoli siano già stanchi prima di entrare vi conviene acquistare i biglietti on line.  Sono disponibili anche tour privati adatti ai bambini (BIGLIETTI) che li coinvolgeranno e li faranno divertire.

Teminata la visita concedetevi una lunga pausa pranzo per riprendere le forze.
Se il tempo è bello, nel pomeriggio potete fare una passeggiata fino al parco delle Cascine. Vi ci vorranno circa 40 minuti se percorrerete Viale degli Olmi, circa 45 minuti se passeggerete per Lungarno Soderini e poi per Viale degli Olmi. Qui potrete far correre e sfogare i bambini dopo la mattinata al museo nell’area gioco e potrete approfittare per fare un pic-nic per merenda. Se volete, potrete anche farli pattinare noleggiando i pattini presso la Piscina Le Pavoniere. Il parco è sempre frequentato dall’alba al tramonto.

Nel caso il tempo fosse brutto potrete andare al museo di Galileo, che si trova nelle immediate vicinanze degli Uffizi. Il museo ospita una strepitosa collezione di strumenti ideati e realizzati da Galileo Galilei e le collezioni scientifiche delle famiglie medici e Lorena.

Il museo nei weekend propone una serie di appuntamenti per bambini: il programma si chiama “A tutta scienza” e prevede laboratori e visite family-friendly, per capire meglio gli spettacolari strumenti scientifici in esposizione (per il programma consultare la pagina www.museogalileo.it/salastampa/inews/atuttascienzaita1617.html). Usciti dal museo anche se piove potete fare una passeggiata fino a Ponte Vecchio e attraversarlo.
Terminate la serata cenando in uno dei tanti locali dell‘Oltrarno.

Terzo Giorno

Visitare Firenze con bambini: il Giardino delle Rose

Il vostro terzo giorno dell’itinerario per visitare Firenze in 3 giorni con bambini comincia da Piazzale Michelangelo, da dove potrete godere di una vista spettacolare della città e di tutte le sua attrazioni.
Potete arrivarci a piedi tramite delle scale piuttosto ripide, ma non molto lunghe o con il bus 13 che vi condurrà direttamente sul posto. Sostate qui per un po’ e approfittatene per fare i vostri migliori scatti alla città.

Recatevi poi al Giardino delle rose, uno tra i più bei giardini di Firenze, che ospita circa 350 varietà di questo splendido fiore, (se andate nei mesi di maggio e giugno godrete di una strepitosa fioritura), alberi di limoni, molte altre piante e un giardino giapponese. Il giardino ha ingresso libero ed è accessibile ai passeggini perciò è ideale se avete bambini piccoli.
Passate gran parte della mattinata qui a far giocare e correre liberamente i vostri pargoli (il giardino è recintato). Se fa bello potete pensare di mangiare qualcosa al sacco. Dopo pranzo recatevi a Ponte Vecchio e attraversatelo, mescolandovi alla folla onnipresente. Questo è il più antico e più famoso ponte di Firenze. Nel Medio Evo era sede delle botteghe dei macellai, oggi al loro posto trovate negozi di orefici e gioiellieri.

Una volta passato l’Arno dirigetevi verso il Museo di Leonardo (QUI per i biglietti salta coda) Dedicato al più grande genio di tutti i tempi, il museo prese il via nel 1953, quando un privato offrì del denaro per far costruire tutti i modellini delle macchine e delle invenzioni di Leonardo. La visita divertirà i vostri bambini ma anche voi grandi, perchè vi permetterà di immergervi nel fantastico mondo di Leonardo attraverso i disegni, i modelli e le illustrazioni.
Terminata la visita passeggiare per le vie della zona e, se volete,fate una pausa per mangiare un gelato o una schiacciatina toscana.
Concludete la serata arrivando fino in piazza Duomo per godervi lo spettacolo della cattedrale illuminata e concludete il vostro ultimo giorno dell’itinerario per visitare Firenze in 3 giorni cenando in uno dei tanti bei locali della zona.

Parco giochi a Firenze

Mentre state organizzando il vostro viaggio  visitare Firenze con bambini, individuare dove sono i parco giochi Firenze può essere di grande aiuto. Non avrete problemi infatti a saper dove andare per offrire una valvola di sfogo ai vostri pargoli dopo la visita ad un museo o a una della tante attrazioni della città.

Partendo dal presupposto che Firenze è ricca di parchi molto belli dove passeggiare, giocare e rilassarsi (primi fra tutti i Giardini di Boboli), qui di seguito vi segnaliamo i parco giochi più carini della città. I vostri bambini vi ringrazieranno!

Parco giochi Firenze

Parco giochi sul Lungarno Santa Rosa

Lo trovate appena attraversato il Ponte Amerigo Vespucci e lo potete raggiungere con una passeggiata di circa 15 minuti da Ponte Vecchio.
Si tratta di una zona recintata dalla pavimentazione colorata divisa in settori in base alle fasce d’età, ordinata e con una buona varietà di giochi.

Parco giochi in piazza Massimo d’Azeglio

A pochi passi dal Duomo è ideale per i più piccoli (bambini non più grandi di 6/7 anni). L’area recintata è quasi tutta all’ombra ed ha scivoli, altalene, basse arrampicate e una giostrina coperta. È grande quasi come l’intera piazza. C’è anche un campo da calcetto per i più grandicelli.

Cerca hotel a Firenze

La giostra in piazza della Repubblica

Già posizionata fin dall’inizio del Novecento, è meta di ritrovo per tutti i bambini di Firenze. Concedete qualche giro anche ai vostri bimbi, ne rimarranno entusiasti.
È un gioiello di artigianato fiorentino, con cavalli in legno decorati e pitturati a mano. È aperta anche la sera.

Giardino di Villa Strozzi

Situato in Oltrarno ed è una vasta area verde inserita nel bel scenario della Villa. Qui troverete i giochi in legno, in uno stile retrò, che ricorda i giochi di un tempo.

Giardino dell’Orticoltura

In questo giardino caratterizzato da vialetti curati e abbastanza ombreggiati, un tempietto neoclassico e una serra liberty. In fondo al parco troverete un‘area giochi interamente rivestita con una pavimentazione semi-rigida. D’estate tenete presente che al mattino è completamente al sole.

Leggi anche

Visitare Firenze in 3 giorni con bambini

Firenze con i bambini – 3 cose da fare in tre giorni

A Firenze con i bambini per 3 giorni: è una città adatta? Cosa si può fare con loro? Si divertiranno?
Sono tutte domande che i genitori si pongono se stanno programmando una vacanza per visitare Firenze in 3 giorni. La risposta e sì, sì e ancora sì!
Il capoluogo della toscana è sicuramente una città a misura di bambino: dai giardini ai percorsi museali per famiglie, dalle biblioteche agli eventi fatti apposta per loro, godersi Firenze non sarà affatto difficile.
Inoltre c’è una cosa fondamentale che gioca in suo favore: tutte le principali attrazioni si trovano nel centro storico, che è chiuso al traffico e facilmente percorribile a piedi. Non dovrete quindi preoccuparvi di fare grandi spostamenti e i bambini vi staranno dietro facilmente.

Tra le mille opportunità che la città offre noi ne abbiamo scelte 3 che sicuramente piaceranno ai vostri pargoli…e anche a voi!

Ecco quindi tre cose da fare a Firenze con i bambini in 3 giorni:

 

Cerca Hotel a Firenze

A firenze con bambini: salire sulla cupola del Brunelleschi

1. Salire sulla cupola Del Brunelleschi

Vedere Firenze dall’alto salendo sulla cupola di Brunelleschi della Basilica di Santa Maria del Fiore  sarà un’esperienza indimenticabile per i vostri bambini! Per raggiungerla dovranno salire 463 gradini ma verranno sicuramente ripagati dallo splendido panorama.

Vi consigliamo di andarci al mattino quando saranno ancora pieni di energia e più disposti alla fatica. Prenotate i biglietti on line  risparmierete tempo saltando la coda.
N.B. Per visitare la cupola è obbligatoria la prenotazione, che potrete fare presso la biglietteria in Piazza San Giovanni 7/r.

Visitare Firenze in 3 giorni: passeggiare su Ponte Vecchio

2. Passeggiare su Ponte Vecchio

E’ raggiungibile con una breve passeggiata da Palazzo Vecchio e dagli Uffizi.
Simbolo di Firenze, è il primo e più antico ponte di questa bellissima città toscana. I bambini l’adoreranno. Sul ponte ci sono tantissime piccole botteghe orafe, che in periodo medievale erano invece botteghe di macellai e verdurai. Era infatti stato imposto dall’autorità cittadina che i macellai si riunissero sul ponte per preservare la pulizia delle case del centro ed evitare così gli odori e gli scarti delle carni che venivano trasportate dalle strade all’Arno.
A metà del ponte c’è uno spazio che permette di godere di una bella vista sul fiume. Dato che è uno dei luoghi da visitare assolutamente a Firenze, Ponte Vecchio è spesso molto affollato di turisti. Vi suggeriamo perciò di recarvi in orari non di punta, come al mattino sul presto o verso il tramonto, quando il sole si riflette sull’acqua regalando uno spettacolo meraviglioso.

Firenze in 3 giorni: La fontana del porcellino, uno dei simboli della città

3. Strofinare il muso al Porcellino

I vostri bambini si divertiranno ad accarezzare il muso alla statua della Fontana del Porcellino e a mettergli una moneta in bocca per vedere se cadrà oltre la grata , in modo da assicurarsi la fortuna.
Questo simbolo di Firenze è in realtà è un cinghiale e si trova a margine della Loggia del mercato nuovo, in pieno centro, vicino a Ponte Vecchio. 
Venne realizzato da Pietro Tacca su commissione di Cosimo II de’ Medici nel 1633. Fu però Ferdinando II a trasformare il porcellino in una fontana, e spostarlo dove si trova ancora oggi; E’ una copia, poichè l’originale in bronzo è al Museo Bardini.

Visitare Firenze in 2 giorni con bambini

Attraversare Ponte Vecchio, correre per i sentieri dei Giardini di Boboli, salire sulla strepitosa Cupola del Brunelleschi ,e ancora, rimanere stupiti davanti ai capolavori degli Uffizi: sono solo alcune delle cose che potrete fare se avete in programma di visitare Firenze in 2 giorni con bambini. Sì, perchè il capoluogo della Toscana è una continua scoperta non solo per gli adulti, ma anche per i piccoli turisti che lo visitano.

L’ideale è organizzare bene il vostro itinerario, alternando visite più impegnative a momenti di relax e sfogo per i vostri piccoli.

Cerca Hotel a Firenze

Ricordate che tutte le principali attrazioni si trovano nel centro storico di Firenze, che è chiuso al traffico e facilmente percorribile a piedi. Non ci sarà bisogno perciò di fare grandi spostamenti e i bambini vi seguiranno con facilità.
Qui di seguito vi forniamo un tour di massima per la vostra visita a Firenze in 2 giorni con bambini. Decidete voi se seguirlo pedestremente o fare modifiche secondo le vostre necessità.

PRIMO GIORNO

Il vostro itinerario parte dalla bellissima piazza Duomo, dominata dalla cattedrale di Santa Maria del Fiore, con il Campanile di Giotto, e la strepitosa Cupola del Brunelleschi e dal Battistero di San Giovanni. Immortalate subito queste meraviglie facendo alcune fotografie. Per non stancare subito vostri bambini il nostro consiglio è quello di decidere già da casa se salire sul campanile o sulla cupola (chiusa la domenica). Salire su entrambi si rivelerebbe troppo faticoso dal momento che per arrivare in cima è necessario salire molti gradini. (rispettivamente 413 e 463). Il nostro suggerimento è poi quello di prenotare i  biglietti on line, per evitare le lunghe code.

Firenze in 2 giorni con bambini: il duomo

Per visitare la cupola è obbligatoria la prenotazione, che potrete fare presso la biglietteria in Piazza San Giovanni 7/r
Mettete in conto che la visita a tutto il complesso vi impegnerà tutta la mattinata.
Dopo la visita fate una pausa ristoratrice per mangiare pranzo e riprendere le forze.

Nel pomeriggio raggiungete Piazza della Signoria,piazza centrale e il cuore della vita sociale della città. Oggi sede centrale e museo del Comune di Firenze. È il palazzo del potere per eccellenza. Fermatevi qui per un po’ facendo ammirare la bellezza delle statue che abbelliscono questo museo a cielo aperto: la copia del David di Michelangelo (l’originale si trova nella Galleria dell’Accademia. Qui i biglietti on line salta coda), Ettore e Caco del Bandinelli, il Nettuno di Ammannati, la statua equestre di Cosimo I del Giambologna, il Perseo con la Testa di Medusa di Benvenuto Cellini (Si trova nella Loggia dei Lanzi).
È un’idea carina, se sono sufficientemente grandi, proporgli di fotografare la statua che gli è piaciuta di più. Si divertiranno!
Andate a visitare poi Palazzo Vecchio, simbolo del potere civile della città e oggi sede centrale e museo del Comune di Firenze. Il museo è uno dei più dinamici della città e assolutamente adatto a famiglie con bambini.

Per far rilassare i vostri bambini dopo una giornata all’insegna dell’arte, potete portarli, se fa brutto, nella bella Biblioteca delle Oblate, dove potranno leggere, giocare o guardare un cartone. Se invece è una bella giornata e non sono troppo stanchi potete arrivare fino ai bellissimi Giardini di Boboli, il primo esempio di giardino all’italiana, che si trova a circa 800 metri da Palazzo della Signoria. Concludete la serata cenando in uno dei locali della zona, a seconda di dove scegliete di andare.

SECONDO GIORNO

Firenze dall'alto: da piazzale Michelangelo si può godere il panorama migliore

Cominciate Il vostro secondo giorno dell’itinerario per visitare Firenze in 2 giorni con bambini da Piazzale Michelangelo, punto panoramico per eccellenza, da dove godrete di una meravigliosa vista  sulla città e su tutte le sua attrazioni.
Potete raggiungerlo a piedi tramite delle scale piuttosto ripide, ma non molto lunghe o con il bus 13 che vi porterà direttamente sul posto. Fermatevi qui per un po’ e approfittatene per scattare le vostre foto ricordo alla città.

Recatevi poi al Giardino delle rose, uno tra i più bei giardini di Firenze, che ospita circa 350 varietà di questo splendido fiore, (se andate nei mesi di maggio e giugno godrete di una strepitosa fioritura), alberi di limoni, molte altre piante e un giardino giapponese. Il giardino ha ingresso libero ed è accessibile ai passeggini. Se avete bambini piccoli è quello che fa per voi.
Passate gran parte della mattinata qui a far giocare e correre liberamente i vostri pargoli (il giardino è recintato). Se è una bella giornata potete approfittarne per fare pranzo al sacco.
Dopo mangiato recatevi al Ponte Vecchio e attraversatelo, mescolandovi alla folla onnipresente. Questo è il più antico e più famoso ponte di Firenze. Nel Medio Evo era sede delle botteghe dei macellai, oggi al loro posto trovate negozi di orefici e gioiellieri.

Attraversato l’Arno raggiungete il Museo di Leonardo (QUI per i biglietti salta coda). Dedicato al più grande genio di tutti i tempi, il museo prese il via nel 1953, quando un privato offrì del denaro per far costruire tutti i modellini delle macchine e delle invenzioni di Leonardo. La visita divertirà i vostri bambini ma anche voi grandi, perchè vi permetterà di immergervi nel fantastico mondo di Leonardo attraverso i disegni, i modelli e le illustrazioni. Il museo ospita  le ricostruzioni di alcune delle più interessanti macchine (da guerra, di ingegneria civile, del volo) progettate dal grande inventore, molte di esse a grandezza naturale e tutte funzionanti perfettamente
Terminata la visita passeggiare per le vie della zona e, se volete,fate una pausa per mangiare un gelato o una schiacciatina toscana.
Concludete la serata arrivando fino in piazza Duomo per godervi lo spettacolo della cattedrale illuminata e concludete il vostro ultimo giorno dell’itinerario per visitare Firenze in 2 giorni cenando in uno dei tanti bei locali della zona.

Natale a Firenze

Trascorrere il Natale a Firenze è sempre un’ottima idea. La città, bellissima in qualsiasi momento, nelle festività natalizie acquista un fascino indimenticabile. Le luci, gli addobbi, i profumi l’atmosfera magica che l’avvolge la rendono davvero unica.

A Firenze i preparativi per il Natale cominciano l’8 di dicembre, con l’accensione degli alberi in piazza Duomo e a Palazzo Vecchio e l’avvio da diversi anni di F- LIGHT il Firenze Light Festival che per un mese, a partire dalle 18 riveste di proiezioni e video mapping i monumenti e le piazze della città. Quest’anno il festival è dedicato a Leonardo da Vinci.

Ma Natale a Firenze vuol dire anche mercatini. Tutti glia amanti dello shopping natalizio potranno trovare tante idee regalo nei diversi mercatini allestiti in città.

Il mercatino più grande e più famoso è quello in Piazza Santa Croce. E’ un mercatino in perfetto stile tedesco, con le tipiche casette di legno dove si cucinano i classici pan pepato e strudel. Presenta 50 espositori di oggettistica natalizia ed idee regalo oltre a stand enogastronomici toscani e di diverse regioni italiane ed europee. 
Il mercato rimarrà aperto fino al 20 dicembre.
In piazza troverete anche una giostra per far divertire i vostri bambini.

Un altro mercatino storico è la Fierucola dell’Immacolata che si svolge  l’8 dicembre in piazza Santissima Annunziata i cui banchi offrono prodotti agricoli e di artigianato.
C’è poi la Fierucolina di Natale che si svolge in piazza Santo Spirito il 16 dicembre.

Le migliori viste panoramiche di Firenze

Se Firenze è già stupenda con i piedi per terra, immaginate quanto lo possa essere se la osservate da un punto panoramico!

Culla del Rinascimento Italiano questa bellissima città toscana ha ottimi punti da dove poter ammirare il panorama. Qui di seguito trovate alcuni tra i migliori, ma non perdete l’occasione di esplorare e trovarne di altri. E soprattutto non dimenticatevi di portare una macchina fotografica!

LA CUPOLA DEL BRUNELLESCHI

Firenze in 2 giorni : la strepitosa cupola del Brunelleschi

Il simbolo per eccellenza della città, è d’obbligo nella lista di ogni visitatore in viaggio a Firenze. La Cupola ospita un importante patrimonio artistico e non solo. Prendete due piccioni con una fava e ammirate dall’alto ciò che vi circonda. La vista dall’alto sulla piazza della Basilica di Santa Maria del Fiore e sul centro storico di Firenze è unica. Vi trovate a poco più di 90 metri dal suolo, intorno a voi altre torri da cui è possibile vedere lo scenario da un’angolazione un po’ diversa.

IL CAMPANILE DI GIOTTO

Il campanile di Giotto , tra le cose da visitare a Firenze

Un altro punto strategico per il panorama di Firenze. Dall’alto dei suoi 88 metri, il Campanile di Giotto vi mostra il centro fiorentino da uno dei suoi lati migliori. E’ la torre più vicina alla Cupola. Salite i suoi 413 scalini: ne varrà la pena una volta scoperto cosa vi aspetta.

Fate un piccolo tour attorno ai quattro lati della somma, avrete così la possibilità di avere una vista a 360 gradi e di fare un milione di foto panoramiche da angolazioni diverse. Il Campanile è sicuramente il miglior punto da dove ammirare da vicino la Cupola del Brunelleschi, ma da qui è anche possibile vedere alcuni dei più importanti monumenti di Firenze.

PIAZZALE MICHELANGELO

Panorama di Firenze: il migliore lo potete godere da piazzale Michelangelo

Uscite per un attimo dal centro storico e abbandonate la riva nord dell’Arno.
Attraversate il fiume dal Ponte Vecchio, dirigetevi verso Palazzo Pitti e i famosi Giardini di Boboli. Salendo fino a Piazzale Michelangelo.
Molto semplice da raggiungere in autobus o auto, il modo migliore è sempre quello di raggiungerlo a piedi. Ci vuole circa mezz’ora.
Il panorama di Firenze che vi regala questa fatica è talmente appagante che lo sforzo ne vale la pena!
L’ampia terrazza è un punto fondamentale per ammirare il panorama fiorentino. E’ in assoluto il miglior spot per godersi il tramonto durante un viaggio a Firenze.
Ma non finisce qui. Dopo il tramonto vi potete fermare per cena nel ristorante in fondo al Piazzale, anche questo un ottimo punto da dove ammirare lo scenario del patrimonio di Firenze.

TORRE DI ARNOLFO – PALAZZO VECCHIO

Visitare Firenze : la torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio

Ritornate verso il centro. Il prossimo punto da cui volete ammirare il panorama si trova proprio nel bel mezzo della parte storica della città.

Il Palazzo Vecchio o Palazzo della Signoria, era ed è la sede del consiglio comunale della città. Anche qui avete possibilità di ammirarne più spazi: la corte, a cui si accede gratuitamente; l’interno del palazzo, con i suoi affreschi e opere d’arte rinascimentali; e la torre, con la sua visuale mozzafiato.

La visita alla Torre, attribuita ad Arnolfo di Cambio, è stata aperta al pubblico solo di recente. Non perdete l’occasione di visitarla. Sarete tra i primi a calpestare alcuni tra i luoghi esclusivi della vita della Famiglia Medici.

La visuale dalla Torre di Arnolfo è diversa dalle altre torri. Non è solo un fattore di altezza – siete a 95 metri – ma lo è tanto perché il panorama di fronte a voi non è più solo quello religioso, ma quello popolare. Da qui potete vedere la Piazza della Signoria e gli Uffizi, ma anche l’Arno, il Ponte Vecchio, il Giardino di Boboli e molto altro.

LA KAFFEEHAUS – GIARDINO DI BOBOLI

La KAFFEEHAUS nei Giardini di Boboli di Firenze

Un grande edificio in stile rococò datato al Settecento, la Kaffeehaus era un luogo dove accogliere gli ospiti per un tè o caffè pomeridiano. La visita all’edificio è gratuita e il nostro consiglio è quello di andarci d’estate, poiché qui trovate un bar sulla terrazza della cupola. Sedetevi comodi, bevete una bella bibita ghiacciata, ammirate ciò che si trova intorno a voi.

Salite su una delle terrazze per un’ottima vista sul verde dei famosi Giardini di Boboli e anche su tutte le bellezze del centro storico di Firenze e i suoi importanti palazzi.

Se anche voi siete alla ricerca di un’esperienza diversa dal solito, potete provare a seguire il nostro consiglio su cosa vedere a Firenze. Uno dei panorami più belli della città – a nostro avviso – lo potete ammirare durante la visita agli Uffizi. Increduli?
Verso la fine della visita, seguite il corridoio che porta alla zona caffetteria. Alla vostra destra una meravigliosa terrazza, soleggiata per la gran parte dell’anno.

Uscite all’aria aperta e guardatevi intorno. Vi troverete a bocca aperta, con una vista meravigliosa sulla Torre di Arnolfo e gli stemmi della facciata del Palazzo Vecchio; sulla Basilica, Cupola e Campanile; su altri edifici simbolo della città di Firenze. Punti che non potete perdervi quando in viaggio a Firenze.

Leggi anche
Cosa vedere a Firenze: i Giardini di Boboli
Visitare Firenze in bicicletta
Visitare Firenze in 3 giorni. L’itinerario consigliato
Visitare Firenze in 3 giorni con bambini. Cosa Fare, dove andare e cosa vedere
La Galleria degli Uffizi
I quartieri dove trovare un buon Hotel a Firenze

Visitare i giardini di Firenze

A Firenze non troverete soltanto arte e storia. Non solo edifici in pietra, torri, musei e Basiliche: a Firenze potete vedere anche splendidi spazi verdi, abbelliti da piante, fiori, fontane e statue. Durante la vostra visita di questa meravigliosa città toscana, dedicate un po’ di tempo anche agli spazi aperti, rilassatevi con una passeggiata o con un picnic.

IL GIARDINO DI BOBOLI

I Giardini di Boboli a Firenze, acquista il bifglietto on line per saltare la coda

Il più noto tra i giardini di Firenze, Boboli si estende dietro a Palazzo Pitti, sulla sponda sud del fiume Arno. Il Palazzo prende il nome dalla famiglia nobile che lo fece costruire, ma fu poi residenza dei Medici nel XVI secolo e dei Savoia successivamente.

Camminate in lungo e in largo dietro al Palazzo – oggi un museo – imitando le passeggiate dei nobili del Rinascimento Fiorentino. Potrete ammirare opere d’arte come fontane – la Fontana del Nettuno tra le più note – statue, obelischi, grotte decorate e anche un anfiteatro.

La scultura più visitata del Giardini di Boboli è senza dubbio la Fontana del Bacchino, detto anche Nano Morgante, a rappresentazione del nano più celebre alla corte di Cosimo de Medici.

Più che un giardino, è un vero e proprio parco, la cui visita può durare anche tre ore!
Visto che è visitatissimo e c’è sempre coda vi consigliamo di acquistare il biglietto on line per avere l’accesso prioritario.

IL GIARDINO DEI SEMPLICI

Il Giardino dei semplici a Firenze, uno dei tanti giardini della città

Il Giardino dei Semplici è l’orto botanico che si trova di fronte alla sede universitaria di Firenze, nonché il terzo orto botanico più antico del mondo.
Inaugurato nel 1545 da Cosimo de Medici, prende il nome dalle prime piante che ospitò, quelle dette “semplici”, cioè le erbe medicinali.

Oggi il giardino è parte del Museo di Scienze Naturali dell’Università e si estende per circa 24 mila metri quadrati.
La visita – che costa 3 € – vi porta attraverso aiuole, serre, alberi monumentali e coltivazioni di erbe selvatiche commestibili, ottimo accompagnamento alla cucina toscana.
Da notare un’eccellente iniziativa dei Giardino dei Semplici: il percorso per non-vedenti.
Oltre a cartelli e mappe in Braille, anche un percorso sensoriale dedicato all’olfatto e al tatto.
E’ importante sapere che una piccola parte di questo Giardino è coltivata anche grazie all’aiuto di alcuni ragazzini della scuola primaria.
Tra i giardini di Firenze, vale sicuramente una visita.

GIARDINO TORRIGIANI

I Giardini Torrigiani, tra le cose da vedere a Firenze

Anche questo giardino nasce come orto botanico. E’ tra i più vasti giardini privati nelle mura di una città e si estende per circa sette ettari, dietro la Cappella Brancacci e la Chiesa di Santo Spirito.
La torre simbolo del Giardino è alta ventidue metri. Ospita ancora oggi delle strumentazioni astronomiche, una biblioteca. Alla sommità, una terrazza per l’osservazione del cielo. In questo giardino potete passeggiare tra alberi secolari, serre e sculture.
Tra le più note, la statua di Osiride che regge il regolamento del parco. Il Giardino è ancora oggi privato e mantenuto negli anni grazie ai fondi dei discendenti della famiglia Torrigiani. Ospita anche corsi di giardinaggio e di pittura botanica.

GIARDINO DELLE ROSE

Il giardino delle rose a Firenze, tappa del vostro itinerario per visitare Firenze

Situato appena sotto Piazzale Michelangelo, l’entrata al Giardino delle Rose è gratuita.
Qui trovate non solo una vasta collezione di circa 350 varietà di rose, ma anche un giardino giapponese e una collezione di sculture dell’artista belga Folon.
Sia per la posizione che per la sua struttura a terrazza, il Giardino delle Rose è un ottimo punto dove rilassarsi dopo la visita ad un museo, ammirando il panorama della città di Firenze.

IL GIARDINO BARDINI

Firenze: Giardino Bardini, tra i principali giardini della città

Questo giardino privato si sviluppa in terrazzamenti, dalla riva dell’Arno vicino al Ponte delle Grazie, fino a Piazzale Michelangelo.
Conoscete la posizione del Piazzale, quindi è inutile dirvi che la passeggiata per questo giardino ombreggiato è in salita. Se non volete fare troppa fatica, il consiglio è quello di raggiungere Piazzale Michelangelo in autobus o taxi. Così, potete ammirare le bellezze del Giardino Bardini in discesa.

IL GIARDINO DELL’IRIS

Il Giardino dell'iris a firenze, tra le cose da vedere in città.

Dalla somma di Piazzale Michelangelo, avete la possibilità di visitare un altro giardino stupendo. E’ più piccolo rispetto agli altri, la visita più breve ma altrettanto piacevole. L’iris – detto anche giglio – è il fiore simbolo della città di Firenze. Dove ammirarlo se non in un giardino che ne ospita circa 200 varietà?
Il Giardino dell’Iris è aperto ogni anno soltanto in occasione della fioritura di questi fiori colorati. Dal 25 Aprile fino al 20 Maggio, ogni anno, potete visitarlo gratuitamente.

Visitare Firenze può essere un’esperienza unica. Non limitatevi alle opere d’arte e alla storia, lasciate sempre un po’ di tempo per attività all’aria aperta. La città di Firenze offre ottimi punti per un picnic o una passeggiata, in riva all’Arno o nelle piazze delle Basiliche, come a Santa Croce.
Combinate l’Arte e la Natura in uno dei suoi meravigliosi giardini: segnateli nella lista di cosa vedere a Firenze in 3 giorni !

Trovare parcheggi a Firenze

Il centro storico della città, che racchiude tutte le attrazioni principali (la maggior parte piuttosto vicine tra loro), è considerata zona a traffico limitato (ZTL), perciò, dove cercare parcheggi a Firenze è una delle domande che dovete porvi se state organizzando di visitare Firenze arrivando in macchina.

Le strade del capoluogo toscano sono molto trafficate a tutte le ore, sia dai cittadini sia dalla folla onnipresente di turisti. Dal momento che la ZTL (feriali 07.30 – 20.00, il sabato 07.30 – 16.00. Orario ZTL Notturna Estiva: dal primo giovedì di aprile alla prima domenica di ottobre. Giovedi, venerdi, sabato dalle 11 di sera alle 3 del mattino successivo) non permette di circolare con l’auto e che le aree di sosta sono tutte a pagamento, vi consigliamo di lasciare la macchina in uno dei numerosi parcheggi sparsi per la città.

Per sapere quale di questi fa più al caso vostro e in quale zona vi conviene lasciare il vostro mezzo vi consigliamo di prenotare il posto nel parcheggio già prima di partire, in modo che una volta arrivati dovrete pensare solo a iniziare l’esplorazione di Firenze e delle sue splendide attrazioni.

PARCHEGGI A FIRENZE – PARCLIK

Per arrivare già preparati su dove lasciare la vostra auto, Parclick è una valida soluzione.

Con Parcklick avrete:

  • La cancellazione gratuita.  A seconda del parcheggio potrete effettuare la cancellazione fino alle 23.45 del giorno precedente oppure fino ad un’ora prima del vostro arrivo).
  • L’entrata flessibile (potrete arrivare due ore prima o due ore dopo l’orario stabilito, a meno che il parcheggio non sia chiuso).
  • Il parcheggio coperto, sorvegliato
  • Il posto auto garantito

COSA DOVRETE FARE

  • Decidete la data e la zona dove volete parcheggiare. Scegliete poi un parcheggio che si adatti alle vostre esigenze e effettuate il pagamento on line. Dopo aver effettuato il pagamento riceverete, tramite email, una ricevuta con il codice identificativo della prenotazione.
  • Guidate fino al parcheggio con il vostro numero numero di prenotazione
PER SAPERNE DI PIU’
  • Una volta arrivati al parcheggio bisogna prendere il ticket?
    Dipende dal parcheggio che avrete scelto. Controllate con attenzione le istruzioni di accesso e confrontate la vostra prenotazione con la descrizione del parcheggio a voi riservato.
  • È necessario stampare la conferma della prenotazione?
    In genere no, ma alcuni parcheggi sono sprovvisti di Internet e necessitano della ricevuta stampata. Seguite le istruzioni nella descrizione del parcheggio.
  • Viene assegnato un posto preciso nel parcheggio?
    No, è garantito un posto, ma non uno in particolare.
  • È possibile cancellare la prenotazione?
    Si, la cancellazione è gratuita se gestita dal vostro Account Utente “ACCEDERE”, altrimenti il costo è di 1€ + IVA, mandando una mail a info@parclick.com e indicando il codice identificativo della tua vostra prenotazione).
    A seconda del parcheggio potrete effettuare la cancellazione fino alle 23.45 del giorno precedente oppure fino ad un’ora prima del vostro arrivo).
    La gratuità non include il rimborso delle spese di gestione legate all’acquisto del prodotto.
    Se la richiesta di cancellazione viene effettuata dopo le 23:45 del giorno anteriore alla data di arrivo, la prenotazione non potrà essere cancellata né rimborsata.
  • È possibile modificare la prenotazione?
    Sì, potete modificare la vostra prenotazione sempre e quando effettuate la richiesta d modifica prima delle ore 23:45 del giorno precedente alla data di arrivo.
    La modifica è gratuita se la gestite dal vostro Account Utente “ACCEDERE”.
    Altrimenti il costo è di 1€ + IVA, mandando mail a info@parclick.com, indicando il codice identificativo della vostra prenotazione. A modifica effettuata vi verrà inviato un nuovo voucher.
    La gratuità non include i costi addizionali derivanti dall’ampliamento della prenotazione
  • La macchina è al sicuro?
    Certo. Tutti i parcheggi Parclik sono assicurati e contano su un sistema di sicurezza.
  • Come si può effettuare pagamento?
    Tramite carta di credito o debito. Parclick conta su un pagamento sicuro certificato.
  • Come si può fare la cancellazione come utente?
    Basta scrivere una email dall’indirizzo con cui vi sitere registrati all’indirizzo info@parclick.com indicando i motivi della vostra cancellazione. La cancellazione avverrà in meno di 24 ore.
  • Ho avuto un problema dentro il parcheggio. Che faccio?
    Ogni parcheggio è responsabile di quello che succede nei propri stabilimenti. Comunque verrà fatto di tutto per  di risolvere il tuo problema nel miglior modo possibile.

 

 

La Cappella dei Magi di Benozzo Gozzoli

Situata all’interno del Palazzo Medici-Riccardi, la Cappella dei Magi è così chiamata per le importanti serie di affreschi del Quattrocento, tra cui “Il Viaggio dei Magi” di Benozzo Gozzoli, da cui la Cappella prende appunto il nome.

Il Palazzo, nel pieno centro di Firenze, era una residenza privata della famiglia Medici. All’epoca, la famiglia era tra le poche a potersi permettere una cappella privata. Infatti, a Firenze, ce ne sono soltanto tre.

La Cappella dei Magi era un luogo di culto per i Medici ma anche un salotto dove accogliere gli ospiti illustri. Nel tempo la stanza, così come gli affreschi, hanno subito delle variazioni.

Oggi si possono ancora ammirare le opere che richiamano i colori della famiglia Medici, bianco verde e rosso. Secondo il parere di molti, negli affreschi sono anche raffigurati i membri stessi della famiglia, tra cui Lorenzo il Magnifico, ancora bambino.